Coronavirus. Restrizioni per il periodo delle feste natalizie

Scenaryo Cna Nazionale

Il Governo ha varato un nuovo decreto legge – DECRETO NATALE – che dispone ulteriori restrizioni nel periodo delle feste natalizie dal 24 dicembre al 6 gennaio.
Nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 (24,25,26,27 e 31 dicembre 1,2,3,5,6, gennaio 2021) si applicano le misure previste per le cosiddette “zone rosse”, cioè le aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto. 
Chiusi negozi, centri estetici, bar, ristoranti: sì ad asporto fino alle 22 e a consegne a domicilio senza restrizioni.
Aperti supermercati, beni alimentari e di prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie, acconciatori.

Consulta l’elenco completo delle attività che possono restare aperte: commercioservizi

Nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicano per le cosiddette “zone arancioni”, cioè le aree caratterizzate da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto.
I negozi sono aperti (fino alle 21.00); bar e ristoranti sono chiusi (ma con possibilità di asporto e delivery

Saranno consentiti solo gli spostamenti tra comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi comuni. È vietato comunque recarsi nel capoluogo di provincia.

Le misure sono sintetizzate nel dettaglio nelle slide del Governo.

Condividi